Records - Novità musicali Miraloop

Spades e il Retro-futurismo

Data di pubblicazione 21/10/2013


Retro-Futurismo: che cos'è?
Il termine Retrofuturismo venne coniato da Lloyd Dunn nel 1983, in ambiente pubblicitario. Dal 1988 al ’93 questa parola diede nome ad una rivista d’arte. In ambiente artistico il Retrofuturismo è una corrente artistica contempranea che ha come immaginario un futuro proiettato nel passato (indicativamente prima degli anni Sessanta/Settanta). Caratteristica dello stile retrofuturista è  una forte componente tecnologica che sposta l’opera d’arte verso un futuro immaginario che non esiste, ma che ha appunto le sue radice nel passato. Questa sorta di mondo parallelo si è manifestato oltre che nell’arte, nella moda, nell’architettura, nel design, nella letteratura, nel cinema e nei videogames. Il Retrofuturismo fa riferimento agli anni ’70, momento di stravolgimenti tecnologici. Dall’avvento del personal computer alla fertilizzazione in vitro, etc.

Nella cultura popolare il Retrofuturismo dilaga grazie a Star Wars, di George Lucas e i quadri dell’artista Pop Kenny Scharf.

Gli storici Joe Corn e Brian Horrigan ci ricorderanno che il Retrofuturismo è la storia di un’idea, od un complesso di ideee, un’ideologia. Il futuro, naturalmentenon esiste senza immaginazione.

Quello che vorremmo chiedervi è: esiste il retrofuturismo nella musica? Parov Stelar è abbastanza? Senza campionatura ciò sarebbe possibile? Esploratori: cercate, cercate! Noi vi invitiamo a guardare e ad ascoltare il catalogo di Miraloop Spades, la label di musica elettronica più retro-futurista di sempre: potreste trovare quello che avete sempre sognato, tra passato, presente e...futuro ovviamente. Buon ascolto :)